Dieci differenze tra un vincente e un perdente

image
La storia dell’elefante incatenato
11 August 2014

Dieci differenze tra un vincente e un perdente

Runners running on road

Quando un vincente sbaglia, dice: ”ho sbagliato”, un perdente dice:”non è stata colpa mia”.

Un vincente attribuisce i suoi successi alla buona sorte, anche quando non sono dipesi da essa.

Un perdente attribuisce le sue sconfitte alla cattiva sorte, anche quando questa non c’entra affatto.

 

Un vincente lavora più sodo di un perdente, eppure dispone di più tempo.

Un perdente ha sempre “troppo da fare” per stare dietro ai suoi insuccessi.

 

Un vincente affronta i problemi. Un perdente ci gira intorno.

 

Un vincente dice che gli dispiace e smette.

Un perdente dice che gli dispiace e rifà lo stesso errore.

 

Un vincente sa per che cosa vale la pena di lottare e quando scendere a compromessi.

Un perdente scende a compromessi su ciò che non dovrebbe e non combatte per le cose per cui vale la pena lottare. Ogni giorno dovrebbe rappresentare una battaglia per la vita ed è molto importante che si combatta per ciò che è importante e non si perda tempo per questioni secondarie.

 

Un vincente dice “sono capace ma non quando sarebbe necessario”.

Un perdente dice non sono peggiore di tanti altri.

 

Un vincente alza lo sguardo per vedere dove sta andando.

Un perdente guarda in basso verso quelli che non hanno raggiunto la sua condizione.

 

Un vincente rispetta quelli che sono superiori a lui e cerca di imparare da loro.

Un perdente mostra risentimento verso quelli che sono superiori a lui e cerca di denigrarli.

 

Un vincente si responsabilizza anche per ciò che va al di là dei suoi doveri.

Un perdente dice: “il mio lavoro si ferma qui”.

 

Un vincente dice deve esserci anche qualche modo di migliorare per fare queste cose.

Un perdente dice: “perché cambiare? Si è sempre fatto così”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>